Sabbia intitolata “Simboli matematici”

Eloisa commenta la sua sabbia e dice:

Esempio di una sabbia

Esempio di una sabbia

I simboli metamatici, senza numeri, hanno  certo  fascino.
Io metto in relazione  le persone ai simboli metamatici.
Questa notte ho visto in sogno Sabina la professoressa ed amica di mia cugina Alessandra.
Alessandra era la soluzione di un processo,  ma io non riuscivo ad arrivarci ! Lei è un tipo molto sereno e tranquillo.
Ho collegato l’insegnante di Alessandra perché ai simbolimatematici perché lei è molto equilibrata e pertanto la collego alla soluzione di un’equazione  perché  è  così e non può essere diversamente. I simboli matematici aiutano a trovare un proprio traguardo dinamico, un equilibrio, un modus vivendi, attraverso una realtà definita che permette
di andare d’accordo con tutti senza cambiare carattere.
Saby, nonostante che una persona le sia caduta addosso dall’alto provocandole una paralisi che l’ha costretta su una  sedia  a rotelle  da quando  aveva  vent’anni, possiede: una casa, un proprio lavoro e una  propria  indipendenza.
Non fa notare, e fa passare in secondo piano,  un handicap che  è  così   evidente!”
Le due materie verso le quali Eli si sentiva più interessata per l’iscrizione all’Università erano: Biochimica ed Architettura. La paziente ha scelto la prima perchè  la riteneva più creativa rispetto alla seconda. 
La Biochimica è la chimica della materia vivente: si va alla ricerca dei processi vitali iniziali. Se i docenti si limitano al solo discorso tecnico,  essa perde moltissimo del suo fascino e interesse.
Gli insegnanti di Eloisa, limitandosi al discorso
di cui sopra, hanno mostrato alla paziente l’altra faccia “della conchiglia”apparsa nella sabbia n.6. 
In questo momento la paziente è costretta  a confrontarsi con “il polo opposto” della sua personalità. 
A questo punto si presenta il non facile compito dell’integrazione dei due poli considerando i 
simboli che la paziente mette nella sabbiera possiamo pensare ad una”Formula”che possiede”vitalità”.
Non appaiono numeri sterili, ma un insieme creativo: c’è ‘bios’ e c’è ‘chimica’ ovvero c’è ‘bio-chimica’!   
Questa formula potrebbe indicare ad Eloisa una possibile modalità di evoluzione dei suoi problemi per trovare una  soluzione alle sue difficoltà.
Eli potrebbe trovare una possibilità di evoluzione dei suoi problemi attraverso l’integrazione tra gli studi parziali che sta compiendo all’Università  e la realtà del museo-pinacoteca (apparso in un sogno  precedente  e collegato alla sabbia n.4) che propone: l’arte, la storia dell’arte ovvero ‘la storia del sentimento’. 
Nel coniugare la realtà dell’Università alla storia evolutiva del sentimento la paziente potrebbe concretizzare “la formula”per l’integrazione dei suoi problemi.
Soluzione ‘ in fieri’ perché  attualmente, si sente presa e portata via da mille cose, a volte, fatte in fretta.


All content © Copyright 2021 by Psicoterapeuta: 0521.282404 – 339.1538669.
Subscribe to RSS Feed – Posts or just Comments

Workaholic WordPress Theme by Graph Paper Press